Birreria, pizzeria trova manodopera pronta nelle persone con disabilità

Brewability è un birrificio e pizzeria del Colorado. Ciò che distingue la pizzeria dalle altre del settore sono i suoi dipendenti: Brewability assume persone con disabilità intellettive e dello sviluppo. Scopri come la codifica a colori, le immagini e altri strumenti aiutano sia i clienti che il personale.

Le pizzerie di tutto il paese cercano un punto di differenziazione. Certo, il cibo può distinguerti in un campo affollato, ma è abbastanza? Per Brewability, con sede in Colorado, a Englewood, il suo fattore di differenziazione è ciò che rende speciale il birrificio e la pizzeria: assume lavoratori con disabilità per gestire praticamente ogni aspetto dell’attività.

Un’ex insegnante di educazione speciale che gestiva anche un programma diurno per adulti, la proprietaria Tiffany Fixter ha visto una mancanza di lavoro per le persone con disabilità intellettive e dello sviluppo, quindi ha visto un’opportunità e l’ha colta, aprendo un birrificio e una pizzeria che impiega circa 25 persone con disabilità.

Tiffany Fixter possiede Brewability, un birrificio e pizzeria che impiega persone con disabilità intellettive e dello sviluppo.

“Certo, la pizza si sposa molto bene con la birra”, ha detto. “Sembrava una pizza: può essere complicata da preparare ma abbastanza semplice da strutturare per una persona con disabilità. In realtà abbiamo strutture basate su immagini che mostrano esattamente quali ingredienti misurare per mettere su ogni pizza e abbiamo un sistema di codice colore per assicurati che mettano la giusta quantità. Quindi, ho strutturato la mia cucina come un’aula.

Ciò include ausili visivi ovunque che mostrano come preparare le ricette.

Le disabilità dei suoi dipendenti vanno dall’autismo e dalla sindrome di Down alla sordità e alla cecità.

Gli ospiti ordinano al bar e ricevono un numero prima che il cibo esca dalla cucina. L’impasto viene prodotto internamente utilizzando il grano esaurito, il malto dopo che un birrificio ha già utilizzato il grano per produrre la birra.

“In realtà è davvero ottimo per la cottura”, ha detto Fixter, “quindi raccogliamo un paio di secchi a settimana prima di inviarlo ai contadini. Il grano speso è ciò che rende unico il nostro impasto per pizza”.

I dipendenti aggiungono un tocco di dolcezza all’impasto attraverso l’uso dell’agave per gli allergeni presenti nel miele e l’impasto non utilizza uova. Altre opzioni di impasto includono senza glutine, cavolfiore e un’opzione di padella senza crosta.

“Vogliamo avere una varietà di opzioni per i nostri clienti che hanno una varietà di esigenze dietetiche. Con l’autismo in particolare molte persone seguono una dieta priva di glutine e caseina”, ha detto Fixter. “Poi c’è una scelta personale di essere Keto o attenti ai carboidrati”.

Le persone hanno molte esigenze diverse e Brewability è lì per loro. Trovare un buon formaggio vegano è stato difficile e Brewability utilizza il formaggio Follow Your Heart. Fixter ha detto che ha un’amica che è un cibo che sta lavorando su uno scienziato vegano del formaggio che ha un buon sapore e si scioglie, “il che è enorme per la comunità della pizza”, ha aggiunto Fixter.

Una pizza al pesto con pesto fatto in casa è una delle preferite dai clienti, così come la possibilità di creare una pizza mezza e mezza: due pizze qualsiasi combinate sulla stessa crosta. È un’altra offerta flessibile di Brewability, che prospera offrendo al cliente molte scelte.

Anche la pizza con pollo al peperoncino verde è popolare, che utilizza una salsa locale al peperoncino verde e comprende mozzarella, pollo, jalapeños freschi, peperone verde a dadini, cipolla rossa e un mix di mais del sud-ovest.

Brewability utilizza due forni rotanti in pietra a gas che cuociono a 750 gradi per renderlo più facile e sicuro per i dipendenti.

“Quell’ampia bocca e la funzione rotante aiutano davvero il nostro personale perché non devi pagaiare costantemente”, ha detto Fixter, riferendosi ai forni a piani che richiedono di girare e ruotare la pizza usando una pala per pizza.

Quando le è stato chiesto cosa ha imparato aprendo un’attività in proprio, Fixter ha detto che ha dovuto imparare a essere dura. Le persone sono fondamentali quando si tratta di cibo e ci sono molti fattori diversi che devono essere considerati quando si crea un menu. La pizzeria utilizza molti ingredienti locali, ad esempio la pizza jalapeno popper ha una marmellata di lamponi jalapeño preparata da un altro programma per adulti con disabilità.

Sebbene l’assunzione e la fidelizzazione rimangano una delle principali sfide per la maggior parte dei ristoranti, non è un problema per Brewability, dove Fixter ha affermato di avere una lista d’attesa di centinaia di potenziali dipendenti.

“Ho pochissimo fatturato”, ha aggiunto. “Le persone che assumiamo sono molto leali. Amano entrare al lavoro. Sono felici. Una volta che hai le strutture in atto e sanno cosa stanno facendo, funziona come una macchina ben oliata. che ho anche le persone che vogliono lavorare per me”.

Fixter sta lavorando alla creazione di un corso online e di una struttura in franchising per aiutare i ristoratori ad assumere adulti con disabilità, che lei chiama un “mercato non sfruttato”.

“Penso che sia davvero fantastico mostrare direttamente alla comunità che sono disposti e in grado di lavorare e che possono farlo estremamente bene”, ha aggiunto. “Ci sono alcuni clienti che non hanno esperienza con i clienti con disabilità. Devi dimostrare loro che siamo puliti e sicuri e che gestiamo correttamente il nostro ristorante. Le persone con disabilità sono più igieniche delle altre persone. Stiamo solo superando le idee sbagliate nel settore alimentare”.

Tutti i dipendenti indossano guanti, grembiuli e cappelli. C’è una stazione automatica per il lavaggio delle mani dove l’acqua esce alla giusta temperatura per il giusto tempo. Anche il sistema POS è basato su immagini. Fixter cerca di renderlo così semplice che il processo non può essere perso.

Per gli ospiti, c’è un’area sensoriale con cuffie con cancellazione del rumore sul muro per bambini e adulti e una varietà di opzioni di posti a sedere come imbottiture extra per gli ospiti anziani. Le birre sono codificate a colori per i dipendenti e i segni con la lingua dei segni si coordinano con quei colori. Ci sono immagini che descrivono i sapori delle voci di menu per gli ospiti che non sanno leggere, e il menu della pizza è disponibile in Braille, un formato menu più grande e una versione con immagini. Sono disponibili per gli ospiti posate ponderate, varie tazze e coltelli e protezioni per le camicie. Brewability sta anche aggiungendo una vibrante pista da ballo attraverso un’organizzazione no-profit chiamata Feel the Beat.

“È una nuova tecnologia che ti sale attraverso le ossa e colpisce la parte posteriore dell’orecchio”, ha detto Fixter. La tecnologia si collega alla musica house e alle band dal vivo in modo che i clienti che necessitano di input sensoriali aggiuntivi o che sono sordi o con problemi di udito possano godersi la musica.

Fixter offre alcuni suggerimenti per aiutare gli operatori a rendere i loro ristoranti più inclusivi per le persone con disabilità:

  • Ingressi/uscite: Si accede con rampa, piano terra o ascensore; avere una porta automatica, un pulsante ADA o un cuneo della porta; avere un palco accessibile; appiattire le soglie se necessario.
  • Pavimentazione: liscia e piatta senza tappeti; la variazione della pavimentazione può indicare un nuovo spazio come un bagno per una persona ipovedente. Puoi anche aggiungere uno stripping tattile del pavimento.
  • Illuminazione: evitare l’illuminazione fluorescente, dura, abrasiva o intensa; utilizzare LED, posizionati in una varietà di aree per disperdere i lumen (specchi, sopra la testa, sotto il bancone).
  • Bagni: avere almeno un bagno ADA con spazio per una persona con disabilità, la sua sedia a rotelle e un assistente; salviette di carta e sapone a portata di mano di chi usa una sedia; asciugamani di carta in alternativa all’asciugamani per le persone con sensibilità sensoriale/autismo; distributore di carta igienica aperto/sbloccato e distributori di asciugamani di carta per un facile accesso; specchi inclinati o abbastanza bassi da permettere alle persone che usano sedie a rotelle di vedere se stessi; pavimento strutturato con malta larga per una migliore presa; niente bidoni della spazzatura.
  • Tabelle: utilizzare tavole rotonde per persone sorde, ipoudenti e udenti per comunicare in modo efficace pur avendo una facile visibilità delle labbra e delle mani di tutti; tavoli bassi per persone su sedia a rotelle; ammortizzazione profonda per le persone con sensibilità sensoriale in una zona tranquilla.
  • Menu: Braille, caratteri grandi, uno con un carattere dislessico e un’opzione basata su immagini.

.

Leave a Comment