I dirigenti di Red Chickz, Brix Holdings e Thanx parlano di programmi fedeltà, personalizzazione, social mediaPizza Marketplace

Tre dirigenti hanno parlato di problemi nel settore della ristorazione al Fast Casual Executive Summit tenutosi il mese scorso a Indianapolis, nell’Indiana.

Shawn Lalehzarian ha parlato di come TikTok può essere utilizzato come strumento di marketing. Foto di Networld Media Group.

Tre dirigenti hanno parlato di problemi nel settore della ristorazione al Fast Casual Executive Summit tenutosi il mese scorso a Indianapolis, nell’Indiana. È uno dei numerosi eventi di settore organizzati da Networld Media Group, la società madre di Fastcasual, Pizza Marketplace e QSRweb. L’evento annuale Fast Casual Executive Summit di tre giorni attira dirigenti di marchi leader in tutto il mondo. Il prossimo evento della società di media è il Restaurant Franchising & Innovation Summit dal 20 al 23 marzo 2023 a Coral Gables, in Florida.

Usare TikTok come strumento di marketing

A parlare per primo è stato Shawn Lalehzarian, co-fondatore di Red Chickz, che ha parlato dell’utilizzo di Tik Tok come strumento di marketing.

Lalehzarian si è trasferito negli Stati Uniti nel 1998 e non sapeva parlare inglese. Ha iniziato la sua carriera come lavapiatti in un ristorante locale. Ha lavorato in ogni posizione in quel ristorante e alla fine si è trasferito in una posizione in cui ha aperto una serie di ristoranti negli Stati Uniti e in Canada. Ha co-fondato Red Chickz nel 2018.

Con un solo negozio, sono stati in grado di ottenere un forte seguito sui social media con 145.000 follower su Instagram e oltre un milione su TikTok. “Nell’ultimo secolo, abbiamo utilizzato molti strumenti di marketing e PR per influenzare le abitudini di acquisto dei consumatori e questi strumenti sono stati qualsiasi cosa, dalla TV agli annunci radiofonici e ai giornali. Tutti questi strumenti hanno una cosa in comune: erano tutti un unico grande comunicazione al consumatore. E questi social media sono accaduti “, ha detto Lalehzarian.

Innanzitutto, dobbiamo sapere cosa può offrire al consumatore ogni piattaforma di social media. TikTok è una piattaforma da vedere, ha detto Lalehzarian. “Non molte persone effettivamente creano contenuti e pubblicano su TikTok, ma ti prometto che molte persone stanno guardando”, ha aggiunto.

La comunicazione è bidirezionale su TikTok e le persone hanno l’opportunità di comunicare con ogni contenuto pubblicato da un marchio. Un marchio può prendere quel feedback e inserirlo nel prossimo contenuto realizzato.

I marchi dovrebbero essere pertinenti, creativi e oltraggiosi. “Abbiamo a che fare con una generazione diversa, e non sto parlando solo della differenza di età”, ha detto Lalehzarian.

Avere contenuti accattivanti. “Il contenuto che pubblichi sui social media non deve essere perfetto. Vuoi che sia imperfetto”, ha aggiunto Lalehzarian. Dovrebbe essere vicino a quello che stai vendendo.

Mantieni i video di TikTok brevi, dai 15 ai 20 secondi circa, e usa gli influencer se puoi. Segui le tendenze ma considera anche di provare a creare una tendenza.

“Avere l’opportunità di pubblicare un video tutte le volte che vuoi e mostrarlo ai tuoi consumatori in quel formato ha funzionato alla grande per noi”, ha detto Lalehzarian.

Sherif Mityas, presidente di Brix Holdings, ha parlato di entrare in contatto con i clienti. Foto di Networld Media Group.

Diventare personale con i clienti

Sherif Mityas, presidente di Brix Holdings, ha parlato di come i ristoranti debbano diventare personali in un mercato sempre competitivo. Brix è la società madre di Friendly’s, Orange Leaf e Red Mango e altri marchi con 450 sedi in 38 stati.

Mityas è appassionato di personalizzazione. “Come lo dai vita quando sei una catena di piccole e medie dimensioni, magari appena agli inizi?” Egli ha detto. “Quando diciamo personalizzazione cosa intendiamo?… La mia grande affermazione è che la lealtà è morta. Non credo nella lealtà e quando lo chiarisco, credo chiaramente nei programmi di fidelizzazione che funzionano. Ma molti programmi di fidelizzazione là fuori sono stati gli inizi della personalizzazione. Conosci gli ospiti che vengono da te. Scopri qualcosa in più su di loro.”

Comprendi chi sono, quando e cosa acquistano, ha detto Mityas. Cerca di coinvolgerli personalmente a un livello diverso. Ha detto che il 90% dei programmi di fidelizzazione nel settore sono programmi di sconto glorificati.

Se si tratta di un piccolo ristorante, è facile sapere chi sono i clienti abituali. Conosci i loro nomi, le loro famiglie e cosa ordinano. Il ristorante può adattare i propri programmi fedeltà per personalizzare al meglio la propria esperienza. Ma come si fa su larga scala? chiese Mityas. “Come fai quando hai 20 ristoranti? 50 ristoranti?”

Innanzitutto, come personalizzi il fidanzamento? Mityas ha detto che puoi personalizzare in base a come e quando raggiungi quell’ospite. Puoi cercare modelli. Supponiamo che una persona venga ogni martedì. Qual è la forza trainante dietro a tutto questo? Serata di calcio? Quando ti rivolgi a quella persona e interagisci con lei personalmente? Forse è martedì a mezzogiorno per fargli sapere che hai qualcosa di speciale per quella sera, essere lì proprio quando stanno pensando alla prossima occasione di cibo e bevande specificamente per quella ospite”, disse Mityas.

In secondo luogo, personalizza il cibo, ad esempio regalando a un ospite un gelato e permettendogli di personalizzarlo con i condimenti che gli dai. Questo spesso porta a post sui social media. “Pensa a come puoi farlo su diverse parti del tuo menu”, ha detto Mityas. “Questo è ciò che le persone vogliono fare. Vogliono mostrare qualcosa che hanno creato e che è personalizzato per loro”.

Infine, personalizza l’esperienza. Durante la pandemia, i brand hanno cercato di personalizzare tutto perché tutto fosse digitale. È difficile personalizzare quando gli ospiti entrano nel tuo ristorante, ha detto Mityas. Ha a che fare con i membri del team che hai in casa.

Creare un’esperienza one-to-one è fondamentale. I membri del team sanno chi sono i loro ospiti principali, quindi quali strumenti hanno a disposizione per personalizzare l’esperienza? Prendi in considerazione gli articoli personalizzati fuori menu per gli ospiti abituali: qualcosa di speciale, non con uno sconto. “È quella connessione che puoi creare”, ha detto Mityas.

Emily Rugaber, vicepresidente del marketing di Thanx, ha parlato di come creare un programma fedeltà senza sconti. Foto di Networld Media Group.

Fedeltà senza sconti

Emily Rugaber, vicepresidente del marketing di Thanx, ha parlato di come le strategie di ricompensa senza sconto promuovano le entrate e proteggano i margini.

Rugaber ha affermato che azionisti, operatori e operatori di marketing si chiedono come migliorare i profitti aumentando allo stesso tempo il valore della vita del cliente e come si fa in un momento senza precedenti di controllo sui budget?

“Lealtà nel settore della ristorazione è stata una parolaccia”, ha detto Rugaber. È stato equiparato a sconti, è stato equiparato a programmi di fidelizzazione generici, meccanici, adatti a tutti e di conseguenza molti marchi di ristoranti “hanno messo in dubbio la necessità di programmi di fidelizzazione. Il campo di battaglia digitale ha completamente trasformato il settore, ha affermato Rugaber .

Quindi da dove inizi?

Innanzitutto, guarda il tuo attuale calendario dei contenuti. “Non devi inventare un nuovo menu. Non devi fare qualcosa di folle. Basta guardare cosa stai già pianificando di fare e dire ‘dove posso integrare queste idee?'”, Ha detto Rugaber. “Se hai il lancio di un prodotto in arrivo, una voce di menu stagionale che lancerai presto, considera di fornire l’accesso ai tuoi membri fedeltà o a un segmento dei tuoi membri fedeltà con un paio di settimane di anticipo. Anche un paio di giorni prima. “

Se hai un trucco per il menu che i clienti adorano, riconfezionalo come vantaggio fedeltà.

Una volta che ti sei bagnato i piedi, inizia a testare AB quelle promozioni. Devi offrire uno sconto del 20% quando funzionerà anche uno sconto del 15%? C’è un premio senza sconto che puoi offrire che puoi testare rispetto a una promozione? A volte scoprirai di non aver bisogno dello sconto.

Quindi, fai un brainstorming di nuove idee. Pensa al tuo marchio. Riunisci quante più persone possibile nella tua azienda e inizia a pensare alle idee. “Guarda il tuo marchio e dì ‘Cosa ci sarebbe sul marchio?'”, ha detto Rugaber. Guarda i tuoi obiettivi di business, guarda i tuoi clienti e trova la sovrapposizione. Integralo nel tuo programma principale.

Infine, itera sul tuo programma principale. “Se il tuo programma fedeltà non è cambiato nell’ultimo anno, negli ultimi sei mesi, probabilmente non stai facendo qualcosa di giusto”, ha detto Rugaber.

Mandy Wolf Detwiler è caporedattore di Networld Media Group e redattore del sito per PizzaMarketplace.com e QSRweb.com. Ha più di 20 anni di esperienza nel campo del cibo, delle persone e dei luoghi.

Premiata giornalista di stampa, Mandy porta più di 20 anni di esperienza in Networld Media Group. Ha trascorso quasi due decenni coprendo l’industria della pizza, dalle pizzerie indipendenti alle catene multi-unità e alle aziende di ogni dimensione nel mezzo. Mandy è apparsa su Food Network e ha vinto numerosi premi per la sua copertura del settore della ristorazione. Ha un insaziabile appetito per l’apprendimento e può dirti dove trovare le migliori fette del paese dopo aver trascorso 15 anni viaggiando e mangiando pizza per vivere.

.

Leave a Comment