Mountain Mike’s Pizza dimostra che le dimensioni contano con grandi pizze, operazioni | 1 contro 1 con Pizza LeadershipPizza Marketplace

Mountain Mike’s, con sede in California, ha più di 260 negozi e si sta espandendo negli Stati Uniti. Il marchio è noto per le sue pizze di grandi dimensioni e gli abbondanti condimenti.

Mountain Mike’s Pizza fa tutto un po’ più grande. C’è la montagna di condimenti dell’azienda su ogni pizza e la sua pizza da 20 pollici di dimensioni montuose. Le pizze prendono il nome da famose montagne e dal grande impegno dell’azienda per la comunità. È un compito arduo per il marchio con sede in California, che è cresciuto fino a raggiungere più di 250 sedi.

Jim Metevier, presidente e COO di Mountain Mike’s Pizza. Fornito.

Il marchio di 44 anni è nato a Palo Alto, in California, nel 1978. Era una singola unità avviata da precedenti dirigenti di altri marchi di ristoranti che volevano costruire un prodotto da zero. Oggi Mountain Mike’s ha 262 unità. Tutti sono in franchising.

Jim Metevier, presidente e direttore operativo di Mountain Mike’s Pizza, ha affermato che finché sarà a capo della società Mountain Mike’s rimarrà in franchising perché una volta che un negozio aziendale entra nel mercato, l’attenzione tende a concentrarsi su quell’unità. “Vogliamo essere veramente un centro di supporto per il franchising, quindi ogni strumento (e) processo che creiamo è lì per servire i nostri franchising e li teniamo esattamente in primo piano”, ha detto Metevier.

Mountain Mike’s è di proprietà degli imprenditori Chris Britt e Ed St. Gemma. Entrambi sono ancora coinvolti nel marchio e hanno esperienza come ristoratori come franchisor di 43 ristoranti Burger King.

“È una passione per loro”, ha detto Metevier. “Prima erano fan”.

Sul menu

La pizza è il re da Mountain Mike’s e rappresenta oltre l’80% delle vendite.

Infatti, il pepperoni è il più venduto del marchio, seguito dal crea-your-owns e dall’Everest, una pizza condita con pepperoni, salsiccia italiana, salame, linguica, manzo, funghi, olive nere, peperoni e cipolle su una classica salsa rossa . .

Le pizze speciali includono la Pike’s Peak, una combinazione tutta carne con salsiccia italiana, peperoni, manzo, salame, linguica e prosciutto con una classica salsa rossa e le Alpi innevate, una combinazione all’aglio farcita con peperoni, funghi, olive, salsiccia italiana, verde .cipolle e pomodori a cubetti con salsa cremosa all’aglio.

Fornito

L’impasto viene prodotto internamente in ogni negozio ogni giorno e anche la salsa viene prodotta in loco. La crosta è tradizionale ma ha il rimbalzo perfetto, ha detto Metevier, con una croccante sul fondo e un centro sodo ma morbido. “È una specie di atto di equilibrio”, ha aggiunto Metevier. “È tutta una questione di qualità. Questo è davvero il nostro elemento di differenziazione. Abbiamo i migliori ingredienti e vogliamo assicurarci che sia autentico. Non è solo una linea di produzione. concorrenti e non è quello che siamo”.

È disponibile anche una crosta sottile, così come una crosta senza glutine.

Ali e antipasti come le nuovissime Mountain Fries del marchio, bastoncini di formaggio, pane al formaggio e churros in miniatura per dessert completano il menu.

C’è anche un salad bar tutto il giorno e un buffet per il pranzo nei giorni feriali in alcuni ristoranti. L’insalata non era disponibile durante il COVID, ma hanno lentamente iniziato a tornare ai ristoranti.

Operazioni

Una delle più grandi strategie che i dirigenti di Mountain Mike sottolineano nei giorni di Discovery – workshop per potenziali franchisee – è l’impegno di Mountain Mike nei confronti della comunità.

“Non si tratta solo di vendere la migliore pizza”, ha detto Metevier. “Si tratta di essere coinvolti nella comunità che servono ed essere un pilastro in quella comunità.

“Il nostro obiettivo è riunire famiglie, comunità e appassionati di sport per cenare, condividere e festeggiare attorno alla migliore pizza. Vedrai le squadre della Little League riunirsi attorno a pizze da montagna con TV che fanno sport. Mamma e papà prendere una birra o un vino. I giochi arcade nell’angolo, e tutto ruota intorno alla comunità”.

Sono disponibili il pranzo, il servizio da asporto e la consegna. Dine-in rappresenta il 20% dopo il COVID con consegna e asporto a sostenere il peso maggiore delle vendite. È disponibile anche la consegna di terze parti. Poco prima della pandemia, il 100% dei sistemi si trovava su tre diverse piattaforme di terze parti. Quando il COVID ha colpito, il marchio ha prosperato nella consegna e nell’asporto.

“Vogliamo incontrare i nostri ospiti ovunque si trovino e offrire loro la migliore pizza in circolazione”, ha detto Metevier. “Una terza parte si trova in uno spazio in cui non fai parte della considerazione stabilita se non sei su una di quelle app; quindi, lavoriamo davvero con i nostri franchisee per aiutare a parlare di quella strategia. … Siamo sempre alla ricerca di modi per aumentare le vendite e i profitti dei nostri franchisee.”

La maggior parte degli affiliati possiede una singola unità e sta crescendo in due o tre.

“La maggior parte dei nostri franchisee sono imparentati o si conoscono”, ha detto Metevier, “e quindi abbiamo avuto questa crescita organica negli ultimi 40 e più anni. Ma più recentemente negli ultimi tre o quattro anni abbiamo portato nuove persone alla famiglia così come abbiamo continuato a crescere al di fuori dello stato della California”.

Questi stati includono Oregon, Idaho, Utah, Nevada e Arizona. La prima sede del Texas aprirà a novembre. 10 sono in cantiere anche per il Texas, con altri sei in programma per il Colorado.

I ristoranti pesano da 2.500 a 3.500 piedi quadrati.

Il mantenimento della continuità inizia con gli affiliati e Metevier e il suo team di leadership incontrano ogni potenziale franchisee. “Questa è una relazione di 15, 20 anni e più. Vogliamo assicurarci di affrontarla completamente con gli occhi ben aperti perché avremo un lungo matrimonio”, ha detto.

I coach aziendali in franchising fungono da prima linea di contatto per i franchisee per aiutarli a gestire le loro attività, comprese le operazioni e le finanze, per aiutare ad allenare. Mountain Mike’s ha anche lanciato un sistema di gestione dell’apprendimento che supporta la formazione con video e test che alleggeriscono i manager quando si tratta di inserire nuovi membri del team.

Mountain Mike’s è la pizza ufficiale dei San Francisco 49ers e dei Los Angeles Angels.

“Abbiamo una posizione premium e consente ai nostri franchisee di avere un modello di business forte”, ha affermato Metevier. “Possono farci soldi, ma è perché diamo ai nostri ospiti un’esperienza di qualità con una pizza di qualità”.

Mandy Wolf Detwiler è il caporedattore di Networld Media Group e l’editore del sito di PizzaMarketplace.com e QSRweb.com. Ha più di 20 anni di esperienza nel campo del cibo, delle persone e dei luoghi.

Giornalista di stampa pluripremiato, Mandy porta oltre 20 anni di esperienza a Networld Media Group. Ha trascorso quasi due decenni coprendo l’industria della pizza, dalle pizzerie indipendenti alle catene multi-unità e nel mezzo di aziende di ogni dimensione. Mandy è stata descritta su Food Network e ha vinto numerosi premi per la sua copertura del settore della ristorazione. Ha un appetito insaziabile per l’apprendimento e può dirti dove trovare le migliori fette del paese dopo aver trascorso 15 anni viaggiando e mangiando pizza per vivere.

.

Leave a Comment